multivitaminico multiminerale vitamine minerali vigoria integratori

Quando assumere un Multivitaminico

Vi sono una serie di motivi per i quali includere un multivitaminico nel proprio regime alimentare può essere utile, anche se va sottolineato che nessun integratore alimentare può sostituire una dieta sana. Il mantenersi in buona salute viene più frequentemente associato al tipo, alle quantità e alla varietà di alimenti che fanno parte della nostra dieta piuttosto che alla quantità di specifiche vitamine o minerali che andrebbero assimilate.

Verdure, frutta, legumi, noci e cereali integrali, ad esempio, forniscono anche fibre e sostanze fitochimiche che aiutano a combattere le malattie. Si ritiene che vitamine e minerali si uniscano ad altri elementi del cibo per produrre effetti benefici per la salute.

Non sorprende che gli studi scientifici sugli effetti dei multivitaminici nell’ambito delle patologie cardiovascolari e quelli sulla prevenzione del cancro, hanno dato risultati insoddisfacenti. È stato scoperto che assumere un multivitaminico non offre specifiche difese atte a prevenire l’infarto, l’ictus, le malattie cardiovascolari o il declino cognitivo in persone che seguono un regime alimentare adeguato.

Ad ogni modo, prevenire malattie croniche non è mai stato un buon motivo per suggerire un multivitaminico. Il vero scopo del multivitaminico è invece quello di sopperire alle carenze nutrizionali.

Chi dovrebbe assumere un multivitaminico con minerali?

Sebbene sia appropriato soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamine e minerali soltanto con un’alimentazione equilibrata, per molti questo non è sempre concretamente realizzabile. Le donne in età fertile o in gravidanza dovrebbero assumere un multivitaminico che offre da 0,4 a 1,0 milligrammi di acido folico, una vitamina B che riduce il rischio di difetti del tubo neurale, malformazioni che danneggiano il cervello e la spina dorsale.

L’assunzione quotidiana di un multivitaminico con minerali può anche aiutare le donne con il ciclo che necessitano di 18 mg di ferro al giorno (quelle vegane hanno bisogno di 32 mg), una quantità che è difficile ottenere solo dalla dieta.

I vegani che non assumono cibi animali hanno un fabbisogno maggiore di iodio, un minerale che si trova nei frutti di mare e nei prodotti lattiero-caseari che è necessario per generare gli ormoni tiroidei.

Invecchiando, il nostro organismo assorbe meno facilmente alcuni elementi nutrizionali. Agli adulti sopra i 50 anni viene suggerito di assumere la maggior parte del loro fabbisogno di vitamina B12 da alimenti fortificati e / o da un integratore vitaminico. La vitamina B12 è un nutriente che preserva la funzione nervosa, i globuli rossi e ripara il DNA. Con l'invecchiamento diminuisce infatti la capacità di assorbire la vitamina B12 dagli alimenti. L'assunzione quotidiana di un integratore multivitaminico con minerali può aiutare a compensare le carenze nutrizionali. Anche il fabbisogno di calcio e di vitamina D aumentano con l’invecchiamento.
 

Un multivitaminico può anche essere indicato per chi assume farmaci che limitano l'assorbimento della vitamina B12, come ad esempio i farmaci anti-reflusso, anti-ulcera e la metformina, un farmaco che aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue.

L’uso quotidiano di un integratore multivitaminico con minerali può inoltre aiutare a compensare le carenze nutrizionali di chi segue una dieta ipocalorica o di chi è costretto a saltare i pasti.

La formula per i multivitaminici può essere diversa a seconda del produttore. Per questo motivo è sempre opportuno esaminare l’etichetta per sapere cosa è contenuto nel prodotto.